La robe à bretelles – Prendisole- Intemporels pour enfants

 

Prendisole a fiori

Qualche mese fa ho ordinato su Amazon il volume Intemporels pour enfants, di Astrid Le Provost; contiene diversi modelli molto carini, di gusto tipicamente francese, per bambine e bambini dai 2 agli 8 anni.

Si tratta di modelli prevalentemente primaverili, quindi ho dovuto temporeggiare un tantino prima di mettermi all’opera, ma finalmente l’inverno interminabile sembra essersi dileguato e così ho deciso di provare il primo cartamodello.

L’ho trovato molto facile da cucire e ne ho realizzato due esemplari.

Prendisole a quadretti vichy.jpg

Il primo in cotone a quadretti Vichy bianco e rosso, che ho ravvivato inserendo un bordo inferiore in pizzo San Gallo.

Bordo in pizzo san gallo

Con lo stesso pizzo ho realizzato anche le bretelle, che ho tagliato a misura e sono fisse. L’abitino è aperto nella parte posteriore del corpino, che si chiude con due bottoncini, ma essendo abbastanza ampio in realtà può essere indossato agevolmente anche senza bottoni.

Nel  secondo abitino (che ho realizzato in questi ultimi giorni) ho modificato il cartamodello omettendo l’apertura posteriore; poi ho allungato e tagliato le bretelle in modo da poterle chiudere in cima con un nodo.

Bretelle.JPG

 Il tessuto del secondo abitino è un cotone molto leggero di Naj Oleari, purtroppo alto solo 90 cm, quindi ho dovuto utilizzarne ben due altezze per realizzare il prendisole, però è molto carino e adatto alla stagione estiva. I bordi laterali coincidevano con le cimose quindi ho deciso di non utilizzare la taglia e cuci per rifinire e neppure la cucitura inglese, come faccio d’abitudine per i vestitini leggeri. Ho semplicemente chiuso con uno stretto punto zigzag.

Per l’orlo inferiore ho deciso di sperimentare un trucco che qualche tempo fa ho letto su un blog di cucito – è passato un pò di tempo quindi non ricordo quale.
In sostanza si tratta di ritagliare una dima su un cartoncino abbastanza spesso. Io ho utilizzato il cartoncino che si trova alla fine dei bloc-notes: ho sfruttato tutta la lunghezza, e ho tracciato con una penna una riga ad un cm dal bordo; poi ho tagliato a due cm dalla prima riga. Ho utilizzato la dima per aiutarmi a tracciare una prima piega di un cm sul tessuto con il ferro da stiro, e poi sempre sfruttando la dima ho piegato e stirato il tessuto a due cm dal bordo, ottenendo un orlo regolare.

Ho fissato con gli spilli e poi ho cucito utilizzando un piedino che avevo comprato tempo fa, dotato di una guida regolabile per effettuare cuciture regolari lungo i bordi

In questo modo, posizionando il tessuto a rovescio e sfruttando la guida ho ottenuto finalmente una bellissima cucitura alla stessa distanza dal bordo su tutto l’orlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...